Programma 2018 day by day

> A questo link l’opuscolo del programma generale

> Il programma giornaliero della sezione Imaginaria Kids  è consultabile qui

Il programma delle attività previste potrebbe subire delle variazioni per causa di forze maggiori.
Si consiglia di consultare questo sito web per eventuali aggiornamenti.

IMAGINARIA SPECIAL OPENING
Evento speciale di presentazione della 16esima edizione del festival Imaginaria

A partire dalle ore 22.00 si aprono ufficialmente le porte della splendida location dove si svolgerà, fino al 25 agosto, uno degli eventi più attesi e partecipati dell’estate pugliese.
Il festival Imaginaria anticipa, con una serata speciale e totalmente gratuita,  le novità della 16esima edizione all’interno del Complesso medievale di San Benedetto.
Il pubblico potrà curiosare sul programma, acquistare in anticipo i biglietti degli spettacoli, visionare i vari spazi dedicati agli eventi, le mostre, i bookshop,  ascoltare musica dal vivo e magari degustare prodotti preparati dai nostri partner con ingredienti freschi, certificati e a chilometro zero.

h.22.00  – Giardino dei Limoni c/o Complesso di San Benedetto – ingresso libero
Presentazione ufficiale dell 16esima edizione di Imaginaria – festival internazionale del cinema d’animazione d’autore.
Presenziano: Luigi Iovane  (direttore artistico del festival) ,  dott. Aldo Patruno (direttore del Dipartimento Cultura della Regione Puglia), Antonio Parente (direttore di Apulia Film Commission), Pasquale Loiacono (Sindaco di Conversano), Francesco Magistà (Assessore alla Cultura del Comune di Conversano).

h.22.30 Concerto con i Guappecartò + live painting by Matthew Watkins

Guappecartò nascono a Perugia come musicisti di strada nel 2004. Durante una loro performance la celebre attrice Madeleine Fischer – collaboratrice, tra i molti, di Antonioni, Sordi, Anna Magnani, Bergman – se ne innamora artisticamente e chiede loro di comporre una colonna sonora per un suo film di imminente realizzazione.
Proprio la creazione di quei brani porta i giovani artisti a decidere di credere totalmente nelle proprie capacità.
Partono per Parigi, con l’intento di raggiungere più facilmente le strade e le piazze di tutta Europa, spinti dall’unico desiderio di suonare i propri strumenti e condividere la propria musica con più persone possibile. Da subito i Guappecartò si fanno amare non solo dal pubblico che incontrano, ma anche da critici e musicisti che trovano in loro un altissimo senso di libertà stilistica e una profonda poetica musicale. Ad oggi, dopo 12 anni dalla nascita, i Guappecartò hanno realizzato 4 dischi e si sono esibiti in più di 1500 concerti in tutta Europa. L’album più recente, ROCKAMBOLES, prodotto da Stefano Piro, è giunto alla terza ristampa ed è stato rappresentato in 70 concerti in tutta
Italia. Osannato dalla critica, è stato scelto come disco della settimana dal programma “Fahrenheit” di Radio Rai3. Nel
2013 il regista Alessandro Rak decide di arricchire, con tre titoli firmati Guappecartò, la colonna sonora del suo grandissimo successo L’arte della felicità e poi nel 2017 ancora con altri due titoli nella colonna sonora del film d’animazione Gatta Cenerentola. Guappecartò sono una miscela sorprendente ed equilibrata di tanti generi e culture, che l’ensemble ha potuto conoscere ed assorbire negli anni, durante il suo incessante viaggiare, per le strade, nelle piazze, nei teatri, tra la gente di tutta Europa. Fanno commuovere, sorridere, ballare, immaginare… vivere.

Matthew Watkins è nato a Manchester, cresciuto a Toronto, da 20 anni vive in Italia. Laureato all’Ontario College of Art in “Communication and Design”, ha lavorato nel campo pubblicitario, della comunicazione e del marketing e attualmente si occupa di consulenza d’impresa annoverando tra i suoi clienti aziende nazionali e internazionali.
Esponente riconosciuto tra i più autorevoli della nuova corrente di mobile digital art ha esposto in mostre personali e collettive in molte città tra cui New York, San Francisco, London, Leeds, Verona (Museo civico di storia naturale), Bari, Milano e Hamburg (Museum für Kunst und Gewerbe). Hanno parlato di lui riviste e quotidiani prestigiosi quali Monsieur, Wired, Washington Post, Daily Mail e Daily Telegraph, Wired and GQ. I suoi lavori sono stati oggetto di
rubriche televisive nazionali ed internazionali tra cui, per la Rai, “Art News” e “Neapolis” e un documentario della SBS Korea. Matthew è relatore di master universitari e corsi post laurea ed è appena tornato da tre mesi in Cina insegnando arte, design e tecnologia.