La Giuria della 16ma Edizione

Luca Raffaelli (wikipedia)
è un giornalista, saggista e sceneggiatore italiano esperto di fumetti e animazione. Considerato uno dei massimi esperti italiani nel campo dei fumetti e dell’animazione, si occupa di promuoverne un ruolo di rilievo nel panorama culturale nazionale, sia come giornalista, sia come autore di saggi. Ha iniziato a scrivere nel 1976 sulle pagine de Il fumetto, rivista dell’Anaf. Dopo aver fondato la rivista di critica L’urlo, ha cominciato a collaborare sulle pagine di Paese Sera nel 1980, assumendo poi il ruolo di redattore capo dell’edizione italiana di Métal Hurlant. Nel 1981 ha diretto due servizi sul fumetto per La parola e l’immagine, programma culturale di Rai 3: il primo con la prima intervista tv ad Andrea Pazienza e Filippo Scozzari, il secondo sulla crisi delle riviste con interviste a Oreste del Buono, Luigi Bernardi, Milo Manara e tanti altri. Dal 1994 cura la rubrica Nuvolette su Lanciostory e da diversi anni scrive di animazione e fumetti su XL, il mensile di La Repubblica, su Il Venerdì di Repubblica e su La Repubblica. Per Repubblica ha anche curato la collana de I classici del fumettoI classici del fumetto serie oro, L’enciclopedia delle strisce, Graphic-novel, la collezione storica a colori di Tex, e quella di Zagor di cui scrive tutte le introduzioni ai volumi. Nel 1994 ha pubblicato il saggio “Le anime disegnate. Il pensiero nei cartoon da Disney ai giapponesi” (I ed. Castelvecchi, II ed. minimum fax 2005), divenuto un testo di riferimento per chiunque si occupi di animazione in Italia, e nel 1997 “Il fumetto” (Il Saggiatore – Flammarion), in cui passa in rassegna i diversi formati in cui si propone la nona arte, tracciandone la storia centenaria. Ha inoltre pubblicato due libri per bambini, “Un fantasma in cucina” e “Gianga e Perepè” (Arnoldo Mondadori Editore). È stato il direttore artistico di Castelli Animati, il festival internazionale del cinema d’animazione di Genzano, nonché di Romics, il festival del fumetto e dell’animazione di Roma. Come sceneggiatore, tra gli altri lavori, ha collaborato nel 2002 con Giulio Cingoli e Dario Fo al lungometraggio animato Johan Padan a la descoverta de le Americhe, e nel 2003 al primo film d’animazione italiano in 3D, L’apetta Giulia e la signora Vita. Dal 2008 fa parte del comitato scientifico della rivista Manga Academica, la prima rivista di studi sul fumetto e l’animazione giapponese. Nel 2009 ha pubblicato “Tratti e ritratti, i grandi personaggi del fumetto da Alan Ford a Zagor” con minimum fax, in cui raccoglie, ampiamente rivedute, 78 introduzioni ai volumi delle collane I classici del fumetto e I classici del fumetto serie oro. In quarta di copertina viene riportato questo pensiero di Vittorio Giardino, creatore di Sam Pezzo e Max Fridman: «La vera novità del fumetto contemporaneo non è tanto nelle opere, quanto nella qualità di alcune persone, come Luca Raffaelli, che lo leggono criticamente». Ha lavorato anche per la televisione, come regista, conduttore e autore (Mattina 2, Tele+bambini, Go-cart). La cantante Mina, nel doppio CD Lochness del 1993, ha interpretato un suo brano, intitolato Ninna pà. Nell’ottobre del 2012 ha pubblicato per Einaudi Ragazzi, il romanzo comico “Enrichetto Cosimo alla ricerca del manga mangante“, con i disegni di Andrea Cavallini. Dirige dal 2014 dirige “La Città Incantata” nella splendida Civita di Bagnoregio, meeting internazionale dei disegnatori che salvano il mondo.

Špela Čadež (Finta Studio)
Animatrice, regista e produttrice slovena.
Dopo la laurea in Visual Communication Design (2002) a Lubiana, ha continuato i suoi studi all’Academy of Media Arts di Colonia, Dipartimento di Media Design. Durante i suoi studi in Germania ha realizzato due film d’animazione, con la tecnica della puppet animation, che hanno ottenuto notevoli riconoscimenti internazionali: Zasukanec (Mate to Measure, 2014) e Liebeskrank (Lovesick, 2007).
In Last Minute (2010) Špela ha collaborato con la regista svizzera Marina Rosset. Nel 2013 ha realizzato, sempre con i pupazzi, Boles, proiettato in tutto il mondo, ricevendo oltre 50 premi e nomination.
Nel 2016 ha diretto Nighthawk, un’opera completamente diversa dai suoi film precedenti, in cut-out animation (23 premi ottenuti fino ad oggi); il film ha partecipato a numerosissimi festival, come Sundance Film Festival e Clermont Ferrand International Short Film Festival, con importanti riconoscimenti ed ha vinto il premio quale Best Animated Short Film alla 15esima edizione di Imaginaria.
Da 10 anni Špela lavora come regista e produttrice indipendente di film d’animazione, con la casa di produzione Finta di Lubiana. Orange is the New Black – Unraveled è il suo ultimo lavoro, una divertente puppet animation commissionata dalla serie TV Netflix.

Barbara Canepa (wikipedia)
è una fumettista italiana, nota come disegnatrice assieme ad Alessandro Barbucci, per la Disney Italia e come co-creatrice di W.I.T.C.H.Monster Allergy Sky Doll.
Inizia a frequentare l’Università di Architettura e dopo lavora come grafica pubblicitaria per lo spazio espositivo della Fiera di Milano “Parco di Novegro”.
Nel 1996 inizia la sua collaborazione con la Disney Italia come illustratrice per libri, periodici e licensing. Nel 1997 realizza le illustrazioni per la campagna pubblicitaria “Disney Babies” e per i tre anni successivi collabora a progetti per la rivista “La sirenetta” tra le copertine e una decina di storie a fumetti. Contemporaneamente prende parte al Corso Avanzato di Tecniche Pittoriche tenuto da G.B.Carpi presso l’Accademia Disney per due anni. I suoi quadri ad olio sono stati esposti in varie mostre in tutt’Italia.
Dal 1998 collabora pure come illustratrice con ClementoniDe Agostini e Disney Records.
Partecipa anche a diversi progetti creativi come illustratrice, character designer e grafica per la Walt Disney Company Italia. Con Alessandro Barbucci realizza diverse storie a fumetti e illustrazioni per “PK” ed altri fumetti. Nel 1997 la coppia Barbucci e Canepa collabora con l’autrice Elisabetta Gnone alla creazione di W.I.T.C.H., serie a fumetti della Disney Italia: partecipano alla stesura del soggetto, realizzano i personaggi, i background e lo stile grafico, registico e coloristico. Pubblicata in 71 paesi, la serie riscuote un enorme successo in tutto il mondo, arrivando a vendere più di 40 milioni di copie prima della chiusura del 2012. È il 4° magazine più venduto al mondo. Tiene anche il “corso di colore” ad altri 4 artisti disney per “Witch”.
Lasciata la Disney, nel 2000, la coppia Barbucci e Canepa si dedica ad un nuovo progetto per l’editore francese Soleil, la serie fantasy-fantascientifica a fumetti Sky Doll, tradotta anche in altri paesi e pubblicata in Italia da Vittorio Pavesio Productions. Nei primi anni 2000 la coppia viene coinvolta da Francesco Artibani e Katja Centomo nella creazione della serie Monster Allergy, pubblicata per il nuovo marchio di casa Disney Buena Vista Comics.
Dal 2015 è la curatrice della collana di fumetti Métamorphose pubblicata dalla casa editrice francese Soleil di cui fa parte anche il fumetto co-realizzato con Anna Merli, E.N.D. – Elisabeth.